Home BLOG Revisione, riepilogo e cheat sheet di Atomic Habits

Revisione, riepilogo e cheat sheet di Atomic Habits

43
0


Va bene, manterrò l’aspetto “recensione” di questo breve e dolce. Ecco una dichiarazione audace…Abitudini atomiche è il miglior libro di saggistica che abbia mai letto.

Lo spazio della produttività è disseminato di libri “anch’io” sulla creazione di abitudini, ma questo è diverso.

Non solo le informazioni sono condivise in un modo estremamente facile da capire, James Clear rende anche il libro estremamente divertente. La sua storia sul suo infortunio nel baseball all’inizio del libro, ad esempio, ti porterà a pagina 20 prima ancora che tu abbia notato un minuto di spunta.

Ho recensito molti libri su questo canale, quindi non lo dico alla leggera. Atomic Habits è davvero il libro di maggior impatto che può aiutare letteralmente qualsiasi persona che voglia migliorare la propria vita in qualsiasi modo immaginabile.

Abitudini atomiche: un modo semplice e collaudato per costruire buone abitudini e rompere quelle cattive

Lazo vantarsi

Quindi, invece di dividere i capelli e recensire ulteriormente un libro che considero quasi impeccabile, mi limiterò a saltare ai 10 più grandi takeaway di Atomic Habits.

Verrai via con gran parte della carne del libro, ma suggerisco comunque di leggerlo da cima a fondo quando hai tempo.

Vincitori e perdenti n. 1 hanno gli stessi obiettivi

Quello che ho capito da questo capitolo è che avere degli obiettivi non è abbastanza. In realtà è a malapena un inizio. È avere i sistemi in atto, radicati nelle buone abitudini, che separa i vincitori dai perdenti.

Gol di vincitori contro sconfitti ---

I perdenti hanno il sistema sbagliato in atto (o nessun sistema). I vincitori adottano la formazione dell’abitudine che rende loro

Tutto il miglioramento personale è radicato nelle buone abitudini verso gli obiettivi. Gli obiettivi da soli non hanno senso senza la formazione di abitudini che ci avvicinino ad essi.

# 2 L’interesse composto delle piccole abitudini

Tutti noi vogliamo scorciatoie, soluzioni rapide e risultati dall’oggi al domani. I piccoli passi non sono sexy o gratificanti quanto i giganteschi balzi verso l’obiettivo finale.

Tuttavia, sono il percorso vero e affidabile per raggiungerli.

1% di miglioramento ogni giorno contro l'1% di peggio ogni giorno

Il concetto quotidiano migliore dell’1% mostra che il miglioramento di solo l’1% ogni giorno si traduce in un enorme aumento di quasi 38 volte in appena 1 anno.

Allo stesso modo, le cattive abitudini si ripetono e possono avere lo stesso effetto al contrario. Un peggioramento dell’1% ogni giorno porta a una diminuzione a 0,03 volte nello stesso anno.

Il miglioramento continuo porta a enormi risultati su larga scala. Fortunatamente, la scala non è così lontana come potrebbe sembrare (vedi grafico sotto).

Grafico giornaliero migliore dell'1%.

Ho creato un foglio di lavoro personalizzato per il metodo quotidiano migliore dell’1%, puoi verificarlo qui.

# 3 Abitudini basate sull’identità

Io amo questo. È molto più probabile che ci atteniamo a un’abitudine particolare se è legata alla nostra identità personale.

Identifica le abitudini basate

Qualche esempio…

  • È più probabile che adottiamo abitudini sane se ci identifichiamo come “qualcuno che si prende sempre cura del proprio corpo”.
  • È più probabile che arriviamo in tempo quando ci identifichiamo come “qualcuno che è sempre in anticipo”.
  • È più probabile che smettiamo di fumare per sempre quando ci identifichiamo come un non fumatore rispetto a un ex fumatore.

Questi tipi di abitudini si basano sulla motivazione intrinseca e ruotano attorno al mantenimento della coerenza con il tipo di persona che pensiamo di essere.

Clear scrive che l’identità è il primo di tre livelli di cambiamento del comportamento.

3 livelli di cambiamento del comportamento

Tutti i cambiamenti durevoli del comportamento iniziano con uno spostamento dell’identità verso uno che si allinea con i nuovi risultati desiderati.

# 4 La regola dei riccioli d’oro e la massima motivazione

Gli esseri umani sperimentano la massima motivazione quando un compito è solo al limite delle loro capacità. È ottenibile ma richiede sforzo. Se qualcosa è troppo facile, ci divertiamo di meno. Se è troppo difficile, ci divertiamo di meno.

La regola dei riccioli d'oro

“La motivazione massima si verifica quando si affronta una sfida di difficoltà appena gestibile. Nella ricerca psicologica questa è nota come legge di Yerkes-Dodson, che descrive il livello ottimale di eccitazione come il punto intermedio tra noia e ansia”. – James Clear Abitudini atomiche [Figure 15]

La chiave da asporto qui è spingere sempre i tuoi obiettivi appena fuori dalla tua portata. Quando li raggiungi, spingili leggermente oltre e ripeti fino alla morte 😃

# 5 L’altopiano del potenziale latente

Questo è un concetto a cui faccio regolarmente riferimento nei miei contenuti quando discuto della crescita delle piccole imprese online.

È l’idea che i risultati richiedano quasi sempre più tempo di quanto ci aspettiamo, ma una volta raggiunto un certo livello, la crescita supera le aspettative.

Plateua del potenziale latente

È come “I ricchi diventano più ricchi” con un’aggiunta che “prima vengono delusi”.

La chiave da asporto è non lasciare che la crescita lenta ti scoraggi. Supponi che i risultati impiegheranno più tempo di quanto vorresti, ma tieni d’occhio quei guadagni esponenziali che si ottengono una volta che abbiamo superato la “valle della delusione”.

# 7 Le 4 leggi per creare buone abitudini e rompere le cattive abitudini

Il libro ruota attorno alle 4 leggi per sviluppare una buona abitudine e alle 4 leggi per rompere una cattiva abitudine.

Formano un “ciclo di abitudine” (vedi immagine sotto).

Come creare una buona abitudine

  • 1st Law (Cue): Rendilo ovvio
  • 2a legge (craving): rendilo attraente
  • 3a Legge (Risposta): Rendilo facile
  • 4a legge (ricompensa): rendila soddisfacente

L’inverso di questo processo può essere utilizzato per rompere le cattive abitudini.

Come rompere una cattiva abitudine

  • Inversione della prima legge (Cue): Rendila invisibile
  • Inversione della seconda legge (craving): rendila poco attraente
  • Inversione della 3a Legge (Risposta): Rendilo difficile
  • Inversione della quarta legge (ricompensa): rendila insoddisfacente

Concetti come questo in tutto il libro sono abbastanza semplici da comprendere, ma Clear si espande in profondità su ciascuno con statistiche, storie ed esempi del mondo reale che colpiscono i punti.

# 8 L’effetto Diderot e l’impilamento delle abitudini

#9 Ambiente > Motivazione e forza di volontà

La motivazione non è costante. Nemmeno la forza di volontà.

Anche le persone di maggior successo del pianeta affrontano l’infinito flusso e riflusso di momenti di alta e bassa motivazione e forza di volontà.

La motivazione e la forza di volontà, nonostante tutto l’amore e l’attenzione che ottengono nello spazio dello sviluppo personale, sono infatti sopravvalutate.

Non possiamo stabilizzare la forza di volontà o la motivazione, ma possiamo rendere il nostro ambiente coerente e prevedibile.

Per massimizzare le nostre probabilità di successo, dobbiamo operare in un ambiente che acceleri i nostri risultati anziché ostacolarli.

Delinea chiaramente tre modi in cui possiamo coltivare questi ambienti positivi.

  • Automatizza le buone decisioni
  • Entra nel flusso
  • Elimina le influenze o le tentazioni negative

Posizionarci in posizioni che non richiedono forza di volontà o motivazione estrema ridurrà la nostra dipendenza da loro e aumenterà notevolmente le nostre possibilità di successo.

Leggi di più sul potere dell’ambiente qui.

# 10 La regola dei 2 minuti

Ultima ma non meno importante, la regola dei 2 minuti. Questo afferma che le nuove abitudini dovrebbero richiedere meno di 2 minuti per essere eseguite.

Indipendentemente dalle dimensioni dell’obiettivo, dovrebbe sempre iniziare con qualcosa che può essere completato in meno di 2 minuti. Ciò non significa che l’intera attività richieda meno di 2 minuti, ma il primo passaggio dovrebbe.

Questo ci permette di cavalcare lo slancio di piccoli segnali. Iniziare l’abitudine porta al passaggio 2 (voglie) per continuare.

La regola dei 2 minuti ci consente di padroneggiare l’arte di “presentarsi”, che è più della metà della battaglia.

Ecco gli esempi Clear mostra le abitudini più grandi suddivise nella regola dei 2 minuti.

  • Leggi prima di andare a letto ogni sera -> Leggi una pagina
  • Fai 30 minuti di yoga -> Tira fuori il mio tappetino da yoga
  • Studio per la classe -> Apri i miei appunti
  • Piega il bucato -> Piega un paio di calzini
  • Corri per tre miglia -> Allacciami le scarpe da corsa

Leggi di più sulla regola dei 2 minuti qui.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here